gli ASTERIANI

GLI ASTERIANI

 

 

Gli Asteriani, contrariamente a quanto si crede, non sono originari del misterioso pianeta “Asteroide” – di cui non è neppure apprezzabile il gioco di parole di dubbio gusto – bensì di un corpo celeste molto più vicino a noi.

Asteria significa esattamente “Terra”. Quindi gli Asteriani sono un popolo come tanti altri. Hanno l’anomala caratterista di avere una conformazione fisica tale da renderli spesso non percettibili ai nostri occhi.

La lingua asteriana è strutturata in modo da poter essere parlata anche da chi asteriano non è. Vi sono stati sporadici contatti tra gli Asteriani e le civiltà antiche. Il più proficuo, forse, fu quello coi Caldei che sfociò nello sviluppo dell’Astrologia.

Ciò che noi definiamo Astrologia in realtà non è altro che la scrittura Asteriana. Il pregio principale di questa forma di scrittura è che da’ contemporaneamente la visione generale e quella dello specifico.

In sostanza, mentre tutte le altre forme di scrittura note procedono per punti – tanti puntini (che possono essere caratteri alfanumerici, parole, ideogrammi) che uniti insieme formano una riga o discorso – l’asteriano procede invece per blocchi di significati.

Il colpo d’occhio del lettore coglie il senso generale e va al dettaglio solo qualora lo ritenga opportuno.

È possibile effettuare, ovviamente, anche il percorso inverso.

I caratteri sono disposti entro uno schema circolare, quadrato o rettangolare – secondo le esigenze – e sono opportunamente legati tra loro da tratti e linee particolari.

La grafica di riferimento per comporre questi caratteri è stata presa direttamente dalla forma delle stelle.

Si può asserire perciò che la scrittura asteriana assomigli ad un cielo stellato.

La prima impressione che se ne ricava è quella di trovarsi di fronte ad un tracciato oroscopico.

Il nome di una persona trascritto in asteriano corrisponde alla sua Carta del Cielo Natale.

La natura ideografica di questa scrittura ne permette la lettura in qualunque altra lingua. Risultano ovviamente escluse le indicazioni relative alla pronuncia– tipico di tutte le scritture ideografiche es. il cinese –.

Secondo ulteriori informazioni,  pervenutemi da diverse fonti, gli Asteriani risultano essere gli abitanti più antichi del pianeta Terra, se non addirittura quelli autoctoni.

La popolazione attuale del pianeta risulta, nel suo nucleo principale, composta da stirpi originarie di Marte (circa 200 milioni di anni fa) più elementi diversi provenienti dalle aree più disparate dell’universo.

Su queste ultime etnie ancor meno si sa. Ogni tanto affiora qualche carattere recessivo che dà origine a manifestazioni insolite con caratteristiche al di fuori degli standard definibili come umani.

Gli Asteriani vivono in mezzo a noi e – in certa misura – fanno parte di noi.

Molti terrestri possono vantare ascendenze asteriane…

Nonostante ciò la cultura asteriana suona aliena e destabilizzante.

L’eco dei cicli cosmici risuona in quei fragili segni.

La vastità dell’universo coi suoi misteri  geniali ed orrorifici spaventa l’uomo contemporaneo ed esalta invece l’asteriano.

Sarà quella sua impalpabilità a fare la differenza?

O, invece quella sua mente acuta ed instancabile aliena dalla paura perché curiosa come quella di un felino? O sarà, forse, quel suo avvicinarsi al mondo straniante degli sciamani?

Probabilmente tutti questi elementi insieme.  Ciascuno ha dentro di sé qualcosa di asteriano, sepolto da qualche parte.

Quel qualcosa che lo chiama verso l’ignoto con l’entusiasmo di un bambino ma con la consapevolezza di un adulto.

Forse un eterno ritorno, forse il passato che s’infutura diventando presente. Forse l’Uomo non è altro che una fragile astrazione,  un misero velo           dietro cui  si nasconde il nulla.

Cose diverse…

Silenzi fatti di ombre. Fragili impalpabili ombre fatte di nebbia leggera. Gli asteriani, i figli dell’aria.

gli ASTERIANIultima modifica: 2016-01-19T07:33:59+00:00da Raydessansev
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento